Formula E, il sogno si avvera: sfrecciare a 230 kmh senza inquinare

ENEL sarà Global Power Partner della competizione riservata a veicoli elettrici: fornirà energia verde all'intero paddock, illuminazione LED e colonnine di ricarica per gli spettatori

 

 

formula e enel

Berlin, Germany – May 20, 2016: Amlin racing car. With roots in Indianapolis and led by racing legend M. Andretti, Andretti Formula E is one of two US teams competing in the FIA Formula E Championship

Il futuro delle corse automobilistiche è verde. Sembrerebbe un’affermazione assurda considerando l’enorme utilizzo di energie inquinanti cui assistiamo durante i Gran Premi di automobilismo, ai suoi diversi livelli. Eppure anche questo settore non è rimasto impassibile alla chiamata ambientalista: nel 2014, la Fia (Federazione Internazionale dell’Automobile) ha lanciato la Formula E, uno speciale campionato in cui concorrono esclusivamente vetture alimentate ad energia elettrica.

Una competizione nata inizialmente al fine di mostrare le capacità in termini di performance della propulsione elettrica, ma che negi anni sta calamitando le attenzioni di appassionati (con 18,3 milioni di telespettatori in media e 30 mila presenti sugli spalti) e quella degli sponsor, con marchi del calibro di McLaren e Renault già attivi nel progetto e altri quali Mercedes, pronti a fornire le proprie soluzioni tecniche negli anni a venire.

Non a caso anche Enel ha scelto di affiancare la Formula E a partire da quest’anno. Il colosso energetico nostrano sarà Global Power Partner dell’evento almeno fino alla stagione 2017 – 18, garantendo le proprie competenze in termini di energy management, distribuzione e generazione di energia verde.

L’obiettivo più ambizioso resta quello della totale sostenibilità ambientale; per questo Enel ha studiato un mini-grid mobile costituito da una combinazione di pannelli solari e generatori a glicerina che distribuirà l’energia necessaria all’evento, senza sovraccaricare la rete delle città ospitanti. Senza dimenticare di curare l’illuminazione, rigorosamente a LED, e la promozione delle vetture elettriche, grazie all’installazione di colonnine di ricarica per gli spettatori che si recheranno alla gara con le loro auto “verdi”.

Grazie ad Enel, poi, gli spettatori degli e-Prix saranno parte integrante dell’evento: potranno avvalersi della tecnologia Smart metering di Enel che permette di immagazzinare tutti i dati energetici di ogni singola gara e di consultarli in tempo reale.

Una collaborazione che porta la Formula E a diventare Carbon Neutral, con la produzione stimata di CO2 (circa 30 mila tonnellate l’anno derivate soprattutto dal trasporto di attrezzature) che Enel compenserà grazie all’utilizzo delle sue energie rinnovabili.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: