In Polonia la pista ciclabile che si autoillumina

Correre in bici su piste fosforescenti sfruttando la capacità di immagazzinare la luce del sole di particolari particelle sintetiche miscelate con l’asfalto tradizionale.

 

pista ciclabile luminosa polonia

Una pista ciclabile che si illumina di notte senza consumare alcun tipo di energia elettrica: in via di sperimentazione in una piccola città del nord della Polonia, il suggestivo percorso luminoso sta riscuotendo plausi da tutto il mondo.

La tecnologia alla base dell’invenzione, realizzata nella città di Lidzbark Warminski dal TPA Instytut Badan Technicznych, è relativamente semplice: al normale asfalto con cui sono costituite le piste ciclabili sono state aggiunte delle particelle sintetiche capaci di assorbire luce durante il giorno e di restituirla la notte per una durata fino a 10 ore.

glowing-blue-bike-lane-tpa-instytut-badan-technicznych-poland-2L’idea nasce da un’altra pista luminosa, quella realizzata nella regione di Eindhoven nel 2014 dallo Studio Rooseegaarde che, però, aveva ottenuto lo stesso risultato sfruttando lampadine led collegate a impianti fotovoltaici. In quella circostanza, ad ispirare gli affascinanti disegni prodotti dalle luci era stato il dipinto di Van Gogh “Cielo stellato” (non a caso la pista ciclabile dello Studio Rooseegaarde si chiama Van Gogh Path).

Più pratica la motivazione che ha spinto i progettisti polacchi: la pista, infatti, è stata realizzata per garantire un percorso ben visibile ai ciclisti che percorrono, dopo il tramonto, le strade della regione evitando così numerosi incidenti.

Per la pista polacca è stato scelto un colore blu per meglio adattare il percorso alla buia campagna circostanze in modo da ridurre al minimo l’impatto ambientale, ma la gamma di colori che possono emettere le particelle luminofore è molto ampia: in altri contesti, come quelli urbani, la scelta potrebbe cadere su colori più vivaci come il giallo o il rosso.

glowing-blue-bike-lane-tpa-instytut-badan-technicznych-poland-4Al momento la pista ciclabile luminosa è ancora in fase di sperimentazione ed è lunga solo qualche centinaio di metri. I responsabili del progetto hanno spiegato di voler testare il materiale durante il rigido inverno polacco per poi valutare la possibilità di allungare la pista e hanno sottolineato come la miscela di asfalto e particelle sintetiche non abbia costi aggiuntivi significativi rispetto ai tradizionali materiali.

Chissà che nei prossimi anni non potremo vedere anche sulle strade romane, oltre che un consistente aumento delle piste ciclabili, anche dei percorsi simili a quello messo a punto nella piccola cittadina polacca che unisce tecnologia, rispetto dell’ambiente e un innegabile fascino.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: